panoramica incuboazione


Incubazióne2 s. f. Nella storia delle religioni, l’uso di dormire in un santuario per ricevere, nel sogno, rivelazioni divine. [Dal latino incubare, nel significato particolare “dormire in un tempio per avere i responsi del dio”]. Definizione tratta da “Il Dizionario della Lingua Italiana” di Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli, Edizioni Le Monnier, Firenze, 1990. In “InCUBOAzione”, le mie opere aspettano il momento giusto per manifestare i segni rivelatori. “InCUBOAzione” è lo spazio che ho destinato dal giugno 2011 all’incubazione delle mie opere. Qui, testo i miei progetti prima di mostrarli al pubblico, provo e fotografo le mie installazioni e creo i set per le foto che utilizzo nelle mie opere.

Dal 2019, all’interno di InCUBOAzione, inizia il ciclo di incontri intitolato /Sim·bï·ón·te/. Periodicamente il mio spazio ospita per 8 giorni il progetto inedito di un artista. Ho scelto questo titolo perché deriva da simbiosi ed è usato in biologia per indicare un organismo che vive all'interno o sulla superficie di un altro organismo vivente, che in questo caso lo ospita, stabilendo con esso un rapporto di commensalità o simbiosi mutualistica. È proprio questo aspetto di simbiosi tra chi ospita e chi viene ospitato, che mi interessa sottolineare nell'ottica del progetto. In /Sim·bï·ón·te/ i due interlocutori traggono reciproco vantaggio dalla vita in comune, attivando una ulteriore possibilità di ricerca e un dialogo virtuoso che si allarga incontrando l’osservatore.


incubazióne2 s. f. In the history of religions, the use of sleeping in a sanctuary to receive divine revelations in the dream. [From the Latin incubare, in the particular meaning “to sleep in a temple to have the responses of the god”]. Definition from “The Dictionary of Italian Language” by Giacomo Devoto and Gian Carlo Oli, Editions Le Monnier, Florence, 1990. In “InCUBOAzione”, my works are waiting for the right moment to express their telltale signs. “InCUBOAzione” is the space I have allocated since June 2011 to the incubation of my works. Here, I text my projects before showing them to the public, I try to photograph my installations and create the sets for the photos I use in my works.

From 2019, in InCUBOAzione, the cycle of meetings entitled /Sim·bï·ón·te/ begins. Periodically my space hosts the unpublished project of an artist for 8 days. I chose this title because it derives from symbiosis and it is used in biology to indicate an organism that lives inside or on the surface of another living organism, which in this case houses it, establishing a mutualistic or symbiotic relationship with it. It is precisely this aspect of symbiosis between those who host and those who are hosted, which I am interested in underlining in the perspective of the project. In /Sim·bï·ón·te/ the two interlocutors derive mutual benefit from life in common, activating a further possibility of research and a virtuous dialogue that expands to meet the observer.

Federica Gonnelli







torna  su / up